Archivi tag: il metodo sperimentale

Verso una giornata d’arte

Siamo in attesa di una visita didattica presso alcune delle più belle chiese di Milano (e non è il Duomo…) e quindi abbiamo preparato i ragazzi su quello che andranno a vedere, tra cui  il  genio leonardesco sopra tutto , che ha insegnato molto a tutti gli altri…

Poi racconterò i dettagli di una giornata speciale.

 

Bacone

Contemporaneo di Galilei, possiamo ritenerlo lo scienziato moderno in terra inglese. Contro il sapere puramente teoretico Bacone  contrappone il sapere del fare, del ricercare, dello sperimentare. Il campo d’azione è la natura stessa,dove accadono fatti che vanno analizzati con il metodo induttivo e secondo la logica della causa-effetto.

Lo scopo è quello di arrivare a piegare la natura alla nostra volontà, o comunque arrivare a capirne le leggi  per saperla governare.

Il metodo sperimentale prevede una parte distruttiva e quindi una  parte costruttiva; nel distruggere bisogna superare gli idola, cioè le false credenze che poggiano su presupposti non scientifici; nel costruire bisogna partire dal dato reale  e da delle tavole di valutazione che devono contenere  valori di presenza, assenza e grado. Dopo avere espresso la parte costruttiva si arriva alla formulazione di un’ipotesi  detta istanza prerogativa che porta ad una istanza cruciale che a sua volta conduce allo studio del fenomeno.

Come si può vedere si tratta del nostro attuale metodo di ricerca scientifico, ed è in questo contesto che nasce il presupposto storico che porterà Cartesio a fare lo stesso processo in campo puramente logico.

Galileo Galilei

galileo-galilei

galileo-galilei

 

Scienze e scienziati