Seconda rivoluzione industriale e società di massa

LA SECONDA  RIVOLUZIONE INDUSTRIALE 

La seconda rivoluzione industriale si sviluppa dopo il 1870 fino ai primi decenni del 900.

E’ caratterizzata dalla scoperta di  NUOVE FONTI ENERGETICHE  come  IL PETROLIO E L’ELETTRICITA’, che vanno  sostituire l’antico carbone;   determina lo sviluppo in TUTTA EUROPA  E FUORI D’EUROPA dell’INDUSTRIA METALLURGICA, SIDERURGICA E CHIMICA.

Esiste uno stretto rapporto tra  SCIENZA, TECNICA ED INDUSTRIA; gli scienziati lavorano a stretto giro con i tecnici,  gli ingegnerie, i ricercatori  e  gli imprenditori.

Si sviluppa UNA NUOVA TECNICA DI PRODUZIONE DI MASSA,   un processo progressivo  di SCOLARIZZAZIONE ,  l’espansione del CETO MEDIO   e  un’esplosione dell’INCREMENTO  DEMOGRAFICO  che si sposta dalla campagna verso la  città (URBANIZZZIONE)

Questo porta il fiorire di una serie numerosa di NUOVE SCOPERTE, come il TELEFONO, il CINEMATOGRAFO, l’AEREO, la modernizzazione  della FERROVIA, il RADIOTELEGRAFO, la MACCHINA FOTOGRAFICA e la stessa PENNA STILOGRAFICA.

Società di MASSA significa anche una nuova campagna di EDUCAZIONE ALLA SALUTE, con la divulgazione di VACCINI OBBLIGATORI che vanno a debellare malattie fino a quel momento rimaste inevase (la tubercolosi, il tifo, il vaiolo, le patologie respiratorie…)

Si scopre l’esistenza dei principali GRUPPI SANGUIGNI, iniziano studi sulla RADIOATTIVITA’, si sviluppa una coscienza politica di base che porta alla nascita dei PARTITI DI MASSA.

Ecco nascere un NUOVO CAPITALISMO con l’aumento della PRODUZIONE  e con l’allargamento del MERCATO.

TAYLORISMO E FORDISMO

Si impongono  in questo scenario due grandi IMPRENDITORI,  TAYLOR  e FORD.

Taylor agisce sull’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO, andando a creare la RIPETIZIONE DELLE OPERAZIONI LAVORATIVE   con la teoria della   SCOMPOSIZIONE   DEL  CICLO PRODUTTIVO.

Da un lato un gruppo DIRETTIVO E MANAGERIALE studia come amministrare  i tempi della produzione, dall’altro lato l’operaio veniva istruita su semplici operazioni che avrebbe dovuto ripetere a ciclo continuo.

Ne consegue una certa ALIENAZIONE  e una certa SPERSONALIZZAZIONE, che mentre mortifica il singolo ridotto a semplice ESECUTORE MECCANICO,  riesce però a MIGLIORARE LA PRODUZIONE, ad aumentare  il CONSUMO, a migliorare la stessa vita dei singoli,    e contemporaneamente  a portare al massimo il PROFITTO.

Sarà Ford a introdurre la  CATENA DI MONTAGGIO nelle sue fabbriche automobilistiche,  riuscendo ad accelerare i ritmi di lavoro e introducendo gli incentivi ai salari. Più si produce, più i guadagna, e dunque, se meno si produce, meno si guadagna.

Con lo sviluppo della stessa tecnica si incrementa l’efficienza della COMUNICAZIONE, entrano in gioco le logiche di vendita  legate alla PUBBLCITA’,  allo sviluppo di un MERCATO MONDIALIZZATO.

Più l’industria si sviluppa, più necessita di CAPITALI- Da  qui lo sviluppo di un CAPITALISMO FINANZIARIO e di un MERCATO  AZIONARIO dove a crescere saranno soprattutto le BANCHE.

Si arriva a sviluppare un sistema di BANCHE MISTE, ossia di banche che si specializzavano nell’offrire più prodotti diversificati, dal credito al risparmio, dal collocamento di AZIONI  agli interventi di salvataggio…

Il meccanismo si farà nel tempo veramente complesso, fino a che  il mercato è obbligato a lasciare il liberalismo politico per una politica PROTEZIONISTICA E DOGANALE.

Il protezionismo contribuisce ad aumentare un CLIMA DI SFIDUCIA TRA GLI STATI, anche se tra il 1870 e il 1914 gli scambi commerciali internazionali aumentano, ed il REGNO UNITO INGLESE  mantiene un livello di primo piano.

Accanto al capitalismo liberale si affianca un capitalismo DI STATO, come per esempio in ITALIA dove le ACCIERIE DI TERNI  ricevono un cospicuo finanziamento da parte governativa.

LA SOCIETA’ DI MASSA

Ecco i punti salienti che determinano la società di massa:

  • LO SVILUPPO INDUSTRIALE
  • LA STANDARDIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE
  • LA CRESCITA DEI MERCATI E DEI CONSUMI
  • L’INCREMENTO DEMOGRAFICO
  • L’URBANIZZAZIONE
  • NUOVE  E PERVASIVE FORME DI SOCIALITA’ (NASCITA DI CIRCOLI, GIORNALI, ASSOCIAZIONI…)
  • UNA MAGGIORE DEMOCRATIZZAZIONE (PIU’ DIRITTI PER TUTTI)
  • UNA MAGGIORE CURA DELLA SALUTE (ASSISTENZA SANITARIA DI BASE) GRAZIE AI PROGRESSI DELLA MEDICINA
  • UNA MAGGIORE DISPONIBILITA’ DI CIBO ( SI MANGIA MEGLIO, SI VIVE MEGLIO)
  • MIGLIORANO GLI STILI DI VITA
  • MIGLIORA IL LIVELLO DI CONSAPEVOLEZZA  POLITICA/CULTURALE IN GENERE

 

 

 

 

 

 

Annunci