Lavorare sulle frazioni


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maestra Irene spiega in classe le frazioni. Si lavora con le immagini, la lavagna, le schede, le domande fatte dai bambini, gli esercizi di consolidamento e il supporto dell’insegnante di compresenza che risulta essere sempre una risorsa preziosa a supporto della classe 4B.
Metodologia frontale ma interattiva, classica ma aperta ad ogni suggerimento dovesse risultare utile in corso d’opera…
E’ l’imparare ascoltando, facendo, provando, mettendosi alla prova, utilizzando il già fatto e aprendosi al nuovo…
Tutto sommato è la stessa metodologia della scuola di venti anni fa, per dire una data relativamente retroattiva, ma è il contesto sociale generale che non è più lo stesso.

C’è molta più tecnologia, la lezione può essere documentata e condivisa, le docenti  rimangono un punto fisso e centrale dentro un meccanismo burocratico e riformistico non sempre all’altezza del suo compito e del suo scopo,  e il tutto  arricchito da una enorme possibilità formativa che la scuola di cinquant’anni fa nemmeno poteva vagamente immaginare.

E’ un discorso complesso, si sa, che riflette la capacità sociale di essere una comunità che guarda con coraggio, onestà   ed energia al futuro dei bambini, sempre meno bambini ormai, e sempre più adultizzati, ma anche viceversa, sempre meno pronti a diventare responsabili, e  in parte destinati a rimanere in crescita perenne…

Questo è quello che vogliono le famiglie, questo è quello che vuole la società liquida abituata al consumo usa e getta, questi sono gli ostacoli che gli insegnanti hanno davanti, ma anche importanti opportunità di collaborazionre e confronto con chiunque abbia voglia  di esserne  parte…

Se non ci fossero questi professionisti di lungo retaggio, come Maestra Irene,  che alla scuola primaria di oggi ma elementare di ieri hanno dato tutta la loro vita, e se non ci fossero le nuove leve di ricambio o di continuazione di un sistema così prezioso ed insostituibile,  la scuola sarebbe poco o  nulla, perchè  davvero  si deve MOLTO  alla loro/nostra   serietà professionale.

 

Annunci

One thought on “Lavorare sulle frazioni

  1. Pingback: Lavorare sulle frazioni — LABADEC | Il Blog di Tino Soudaz 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...